La storia del delitto d'onore:

Asila e Sarah Nahami
nato: 2011,2009
picchiato a morte: 25 agosto 2018
Luogo di residenza: Yemen
Origine: Yemen
Bambini: Lei stessa era una bambina
Perpetratore: suo padre

Asila Nahami, otto anni, è stata picchiata a morte sulla strada pubblica da suo padre con un grosso bastone di legno che normalmente viene usato sugli asini perché giocava all'esterno con i suoi nipoti.

Quando i residenti locali hanno esortato il padre a fermarsi e chiedere assistenza medica per la figlia incosciente, ha rifiutato.

Più tardi, Asila è stata portata in una stazione medica, mezza morta. Un avvocato si trovava in clinica e dopo aver visto le sue gravi ferite ha detto: "Pensavo che fosse caduta dalla montagna", ha preso l'ultimo filmato di Asila viva, dopo di che è morta in 5 minuti. La polizia locale è stata chiamata per un'indagine.

Le forze di polizia sono andate a casa delle vittime solo per trovare sua sorella Sarah ferita, quando glielo hanno chiesto, hanno scoperto, il padre ha bruciato gli occhi di Sarah perché portava "eyeliner".

Il caso è in tribunale dall'agosto 2018, il tribunale ha deciso il caso come "reato minore", un padre non può essere punito per aver ucciso suo figlio secondo il diritto penale yemenita. Tuttavia, a causa della rabbia pubblica tra la popolazione yemenita, il padre è stato imprigionato dalle autorità locali per alcuni mesi.

Il sistema giudiziario non ha alcun rispetto nei confronti della santità del caso di un bambino assassinato in quanto il giudice e il sistema generale stanno trascurando la questione.

Posted in Delitto d'onore, Indagine, Innovazione, Tentato omicidio and tagged , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *