La storia del delitto d'onore

Claudia
nato: 1977
assassinato: 20 ottobre 2016
Posizione: Francoforte-Sossenheim
Origine: Vittime: Germania; autori del reato: Camerun
Bambini: 3 (fino a 4-8 anni)
Perpetratore: il suo ex marito Ousseini O. (47 anni)
Claudia è divorziata dal marito Ousseini. Sembra che i due vivano ancora sotto lo stesso tetto.

Il 20 ottobre 2016, il padre dei 3 bambini comuni li porterà all'asilo e a scuola. Poi spacca la testa di Claudia a pezzi con un'ascia. In una lettera d'addio cita come motivi la vendetta e la rivendicazione del potere.

Allora Ousseini guida fino al centro di Francoforte e si tuffa dal tetto di un grande magazzino. Sopravvisse gravemente ferito.

Se gli agenti vogliono comunicare alla moglie la notizia del suo tentativo di suicidio, troveranno il corpo di Claudia. I bambini sono posti sotto la supervisione dell'Ufficio di assistenza alla gioventù.

Nell'agosto 2017 inizierà il processo nel tribunale di Francoforte. Ousseini viene presentato come figlio di un re tribale camerunese e di un ingegnere o informatico di successo. In agosto viene condannato a 7 anni di reclusione per omicidio colposo. A causa dell'"effetto nobile" l'accusa di omicidio fu abbandonata, anche se di lui erano state trovate delle tirade scritte di odio-semina e fantasie di omicidio.

Posted in Delitto d'onore, Indagine, Innovazione and tagged , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *