La storia del delitto d'onore

Delali Assigbley
nato: 1978
bruciato: 7 dicembre 2016
Posizione: Kronshagen vicino a Kiel
Origine: Togo
Bambini: 2 figli (3 e 7 anni)
Perpetrice: il marito divorziato Koffi W. (41 anni)
È possibile che questo omicidio non sia stato commesso per l'onore. Si dice che l'autore del reato abbia sofferto di delusioni. D'altra parte, è stato dimesso da una clinica con la diagnosi che non c'era pericolo per gli altri. O la diagnosi era troppo ottimistica, o c'è un motivo d'onore. O un misto di situazioni.

L'atto: Delali e suo marito vengono dal Togo in Germania a metà degli anni novanta, uno dopo l'altro. Lui è un fabbro colto, lei studia diversi semestri di pedagogia. I due hanno 2 figli. Delila e suo marito probabilmente si sono lasciati più volte. Il 1° gennaio 2017 entrerà a far parte del commissario per i rifugiati del parlamento dello Schleswig-Holstein.

Il 7 dicembre 2016, suo marito verserà la benzina nella sua auto. Lei fugge fuori, lui le corre dietro e le dà fuoco. Corre per la strada. I passanti estinguono il fuoco. Delali è gravemente ferito e viene in una clinica speciale.

Il marito fugge dalla scena del crimine ma viene arrestato dagli agenti di polizia chiamati. I bambini sono affidati a una famiglia affidataria.

La vittima muore un po' più tardi in clinica.

Il processo davanti al tribunale distrettuale di Kiel inizierà nell'agosto 2017. Nello stesso mese, gli autori sono ammessi nel reparto psichiatrico. Secondo il giudice, il crimine è un omicidio ai sensi del diritto penale.

Posted in Delitto d'onore, Indagine, Innovazione and tagged , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *