Testimonianza 128 su 225 nel caso di omicidio Narges Achikzei

Giornalista
L'esecuzione indica un delitto d'onore. E' noto che nei circoli afghani, versare sopra un liquido infiammabile e dargli fuoco, ed effettuare attacchi con sostanze acide, sono metodi comuni per punire un membro della famiglia troppo occidentalizzato. Noto che durante il procedimento - al quale ho assistito io e successivamente la figlia Anna - non è stato trovato alcun omicidio d'onore. Se Geissen è dell'opinione che questo è il caso, allora deve presentare delle prove. Egli è fortunato che la famiglia della vittima mantiene l'onore a se stessa e non si lascia provocare dai cumuli di calunnie e diffamazione versati su di loro da Geissen. A parte questo, non c'è nessuna logica: la vittima Narges stava per sposarsi con un candidato che è stato accettato a tutti gli effetti in quella cultura. A quale motivo si può pensare di uccidere qualcuno in modo così orribile? Di chi doveva essere vendicato l'onore? L'unica cosa che mi viene in mente è lo stesso Geissen. Hendrik Jan Korterink

Posted in Assassinio Narges Achikzei, Autorità olandesi, Indagine, informatore, Innovazione and tagged , , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *