Storie di delitto d’onore 2020

Florentina / Flory P.
nato: 1983
ucciso: 8 gennaio 2020
Residenza: Borgholzhausen (NRW)
L'origine: Romania
Bambini: poco chiaro
Perpetratore: il suo amico Nicolae I. (36 anni)

La mattina dell'8 gennaio 2020 la polizia trova il corpo di Flory con il cranio incrinato nel suo appartamento a Borgholzhausen, a nord di Bielefeld. Prima vengono arrestati 2 uomini, poi c'è un mandato di cattura per l'arresto del suo compagno di vita.

Leggi la storia di Florentina
Fitore P.
nato: 1987
sparato: 7/8 febbraio 2020
Posizione: Landau
L'origine: Kosovo
Bambini: 2 (7 e 9 anni al delitto)
L'autore: il suo ex fidanzato Astrit P. (32 anni al delitto)

Durante un controllo del traffico nel distretto di Germersheim (Renania-Palatinato), la polizia ha trovato un morto di notte l'8 febbraio 2020. La donna è ferita da un colpo di pistola ed è sdraiata sul sedile del copilota, il conducente ha con sé un'arma da fuoco.

Leggi la storia di Fitore
Sala e Rada
nato: 1977, 2000
Tentato omicidio: 4 gennaio 2020
Posizione: Bretzfeld (vicino a Heilbronn)
L'origine: Siria
Bambini: 1 altro figlio (12 anni al momento del reato)
L'autore: il suo ex-marito (44 anni)

Sala ha almeno 2 figli, un figlio di 12 anni e una figlia di 19 anni. Il 4 gennaio 2020, il suo ex marito sfonda la porta d'ingresso del suo appartamento e la attacca con un coltello. La figlia si mette in mezzo ed è gravemente ferita. Il figlio interviene, il padre fugge.

Leggi la storia di Sala
Sharam K.
nato: 1989
assassinato: 19 gennaio 2020
Posizione: Ibbenbüren (vicino a Osnabrück)
L'origine: Vittima: Iraq; colpevole: Siria
Bambini: poco chiaro
Perpetratore: Almahdi A. (26 anni al delitto)

Alla fine del 2016, Ahmadi arriva in Germania con la moglie, che ha 10 anni più di lui, e una figlia piccola. Nell'autunno del 2019 si separeranno, ma probabilmente vivranno di nuovo insieme più tardi. Almahdi fa uno stage come venditore, si impegna politicamente ed è considerato ben integrato.

Leggi la storia di Sharam
Nader
nato: 1999
pugnalato: 8 febbraio 2020
Posizione: Bocholt (NRW)

L'origine: Vittima: Afghanistan, colpevole: Iraq
Bambini: probabilmente nessuno
L'autore: l'ex marito della sua ragazza (33 anni)

Nader viene in Germania come rifugiato dall'Afghanistan e lavora come assistente sociale. Gioca anche a calcio nella 3a squadra del 1° FC Bocholt. Inizia una relazione con una donna di 5 anni più grande. L'8 febbraio 2020 viene pugnalato a morte per strada dal suo ex marito.

Leggi la storia di Nader
Mona
nato: 1971
pugnalato a morte: 11 febbraio 2020
Posizione: Bielefeld
Origine: Perpetratore: Isole di Capo Verde
Bambini: poco chiaro
L'autore: il suo ex fidanzato (48 anni al crimine)

Fino al 2019 Mona ha una relazione con un uomo delle Isole di Capo Verde. Queste si trovano nell'Africa nord-occidentale, all'incirca al livello del Senegal. Dopo il divorzio, l'uomo capoverdiano diventa violento e nel luglio 2019 ci sarà una denuncia al tribunale penale.

Leggi la storia di Mona
Ann-Kathrin K.
nato: 1992
strangolato: 12-13 febbraio 2020
Residenza: Hohn / Rendsburg (vicino a Kiel)
L'origine: Perpetratore: Tunisia
Bambini: 1 bambino (6 mesi al momento del reato)
Perpetratore: Hamza D. (24 anni)

Ann-Kathrin si registra in un hotel a Rendsburg con il suo ex fidanzato Hamza e il loro bambino di 6 mesi. La notte del 13 febbraio 2020, la strangola. C'era già un ordine restrittivo contro di lui per aver violato la legge sulla protezione contro la violenza.

Leggi la storia di Ann-Kathrin
Brigitte H.
nato: 1982
accoltellato: 18 febbraio 2020
Residenza: Bad Soden-Salmünster (Assia)
Origine: Perpetrator: Croato
Bambini: 1 figlia, 1 figlio (13 e 15 anni con il reato)
Perpetratore: il marito Rudolf (42 anni)

Il 18 febbraio 2020 Rudolf pugnala a morte sua moglie Brigitte con un coltello da cucina davanti ai suoi figli di prima mattina. I vicini chiamano la polizia. Il colpevole fugge prima dalla scena del crimine, ma fa rapporto alla polizia il giorno stesso. Il coltello è stato trovato.

Leggi la storia di Brigitte
Onalia Cendy
nato: 1990
strangolato: 24 febbraio 2020
Posizione: Dortmund
Origine: Iraq / Curdi / Yazidi
Bambini: 4 (2-7 anni al momento del reato)
Perpetratore: il marito (41 anni)

Il lunedì di Carnevale 2020 il marito di Onalia chiama il servizio di ambulanza la mattina presto. Il corpo di Onalia viene trovato nell'appartamento. La causa della morte è "violenza di massa al collo". L'uomo è stato arrestato.

Leggi la storia di Onalia
Homa Z. e sua figlia
nato: 1982
Omicidio: 29 febbraio 2020
Residenza: Berlino-Marzahn
L'origine: Afghanistan
Bambini: non è chiaro quanto
Perpetratore: Ali H. (32 anni all'epoca)

Non è chiaro se il motivo in questo caso sia l'onore o l'avidità. Alla fine del 2014 Homa e la sua famiglia arriveranno dall'Afghanistan in Germania. Ha almeno una figlia, ma probabilmente più figli. Il 29 febbraio 2020 il meccanico Ali ha pugnalato lei e sua figlia di 9 anni.

Leggi la storia di Homa
Guiseppe
nato: 1994
accoltellato: 7/8 marzo 2020
Residenza: Colonia
Provenienza: Vittima: Sicilia; colpevole: Iraq
Bambini: 1 figlia (5 anni con il reato)
Perpetratore: Rechuas B. (25 anni), fratello della sua ragazza

La famiglia di Guiseppe viene dalla Sicilia, vive con il padre a Colonia e lavora come cameriere. L'8 marzo 2020 torna a casa dal lavoro la mattina presto e litiga con Rechuas, il fratello della sua fidanzata o ex fidanzata irachena.

Leggi la storia di Guiseppe
Hassan
nato: 1978
pugnalato: 19 febbraio 2020
Residenza: Husum (Nord-Frisia)
L'origine: Perpetratore: Turchia
Bambini: poco chiaro
Perpetratore: Talat T. (31 anni al delitto), ex marito della sua ragazza (24 anni)

Il 19 febbraio 2020 Talat pugnala il nuovo fidanzato della sua ex moglie nel suo appartamento e lo ferisce in modo pericoloso. Forse è solo un amico dell'ex moglie. Forse è qualcuno a cui lei ha chiesto protezione.

Leggi la storia di Hassan
Baran
nato: 2005
Omicidio: 4 aprile 2020
Residenza: Augusta
L'origine: Afghanistan
Bambini: aveva solo 15 anni
L'autore: suo cognato (29 anni al momento del delitto)

Il 4 aprile 2020 c'è una rivolta in un rifugio per rifugiati ad Augusta-Göggingen. Viene chiamata la polizia. Gli agenti trovano un quindicenne morto. La madre è gravemente ferita e ha bisogno di un intervento chirurgico d'urgenza. Anche una sorella (20 anni) è gravemente ferita.

Leggi la storia di Baran
Besma Akinci
nato: 1993
sparato a morte: 15 aprile 2020
Residenza: Einbeck / Bassa Sassonia
L'origine: Turchi / Curdi / Ebrei
Bambini: 3
L'autore: il marito Cemal (48 anni al momento del reato)

Questo caso non è chiaro: in primo luogo, è stato riportato che un uomo di 48 anni ha sparato alla moglie di 27 anni. Ha la pistola in mano illegalmente. L'intero caso sarebbe stato un incidente. Il colpevole chiama il numero di emergenza 911. La coppia ha 3 figli piccoli.

Leggi la storia di Besma
Myriam Z.
nato: 1983
ucciso: 8 aprile 2020
Residenza: Lipsia
L'origine: Germania; Perpetrator: Afghanistan
Bambini: 1 figlia (2 mesi)
L'autore: il suo ex fidanzato Edris Z. (30 anni al momento del delitto)

Myriam è un'assistente sociale ed è perseguitata dal suo ex fidanzato Edris. È arrivato in Germania dall'Afghanistan quando aveva 5 anni e ha un passaporto tedesco. Non è il padre della loro figlia di 2 mesi.

Leggi la storia di Myriam
Leila
nato: 1993
assassinato: 12 aprile 2020
Residenza: Wuppertal
L'origine: Marocco
Bambini: 1 (6 mesi)
L'autore: il padre del bambino (43 anni al momento del reato)

Leila è - così dicono - sposata "secondo la legge marocchina" e ha un bambino di 6 mesi del suo "marito" di 16 anni più grande. L'autore del reato è chiamato un tedesco-marocchino, lei una marocchina. Si può ipotizzare un matrimonio d'importazione.

Leggi la storia di Leila
Stefanie N.
nato: 1984
Omicidio: 1 maggio 2020
Posizione: Herne / NRW
Origine: non chiaro
Bambini: 2 (2 e 9 anni al momento del reato)
L'autore: il suo fidanzato Mario L. (39 anni)

Il 1° maggio 2020, i vicini sentono dei rumori sospetti provenire dall'appartamento di Stefanie a Herne-Wanne e chiamano la polizia. La polizia trova il corpo di Stefanie. La causa della morte è la violenza alla gola.

Leggi la storia di Stefanie
Mesuga
nato: 1980
Tentato omicidio: 1 maggio 2020
Residenza: Amburgo
L'origine: Turchia
Bambini: 2 (10 e 12 anni)
Reato: l'ex marito Kalender E. (49 anni al momento del reato)

Il 1° maggio 2020 Kalender prende d'assalto l'appartamento della sua ex moglie Mesude ad Amburgo-Lurup. La pugnala, versa benzina sul figlio e gli dà fuoco. La madre e il figlio sono gravemente ustionati, un vicino viene in aiuto.

Leggi la storia di Mesude
Enisa
nato: 1984
Ucciso: 2 maggio 2020
Posizione: Alsfeld (Assia)
L'origine: Siria
Bambini: 3 (6, 8, 10 anni al momento del reato)
Perpetratore: il marito (35 anni)

Il 2 maggio 2020 un siriano uccide la moglie di sera con un'ascia da stuccatore nel suo appartamento di Alsfeld (vicino a Marburg). Fugge con i 3 figli che hanno insieme. Il motivo è che la madre non voleva continuare il matrimonio. Il colpevole viene arrestato in autostrada.

Leggi la storia di Enisa
Laura K.
nato: 1985
Tentato omicidio: 5 maggio 2020
Residenza: Brandeburgo an der Havel
L'origine: Vittima: Germania; Perpetrator: Afghanistan
Bambini: 2 più grandi, più 1 figlio comune (1 anno)
L'autore: il suo fidanzato Nuri B. (32 anni al momento del delitto)

Da marzo 2019 il rapporto tra Laura e Nuri è stato violento. C'è il divieto di avvicinarsi a lei, lei vuole il divorzio, il trasferimento al rifugio per le donne è preparato. Il 5 maggio 2020, Nuri la accoltellerà sulla strada pubblica di Brandeburgo-Görden. A quanto pare è fuggita nuda dal suo appartamento.

Leggi la storia di Laura
2 bambini
nato: 2012 e 2014
Omicidio: 14 maggio 2020
Residenza: Schwarzach (Baviera)
Origine: non è chiaro, forse Tunisia
Bambini: erano bambini loro stessi
Perpetratori: il padre Samir A. (32 anni al momento del delitto)

La storia non è chiara: la madre (29 anni) di una ragazza e un ragazzo (6 e 8 anni) stanno divorziando dal marito Samir. Il 14 maggio 2020 i bambini vanno a trovare il padre. Lui li uccide la notte del 15. Qualcuno chiama la polizia.

Leggi questa storia
Nahid N.
nato: 1992
assassinato: 17 maggio 2020
Residenza: Cottbus
L'origine: Afghanistan
Bambini: 3 (3, 6, 10 anni)
Reato: il marito Borhan N. (32 anni al momento del delitto)

Il 17 maggio 2020, un afghano uccide la moglie sulla pubblica via nel quartiere Cottbus di Neu Schmellwitz, e lo fa in questo modo: prima la getta dalla finestra su un baldacchino. Lì la strangola e la getta in strada. Poi le sbatte la testa contro le scale.

Leggi la storia di Nahid
Nadia
nato: 1987
assassinato: 19 maggio 2020
Residenza: Freiberg (Sassonia)
L'origine: Afghanistan
Bambini: poco chiaro
L'autore: il marito (39 anni al momento del delitto)

Il 19 maggio 2020, i vicini di casa in un condominio a Freiberg, in Sassonia, chiamano la polizia a causa di un litigio rumoroso. La polizia trova una donna afghana morta nel corridoio. Il marito è stato arrestato.

Leggi la storia di Nadia
Caroline Z.
nato: 1981
ucciso: 28 maggio 2020
Posizione: Villingen-Schwenningen (Foresta Nera)

Origine: vittima: Germania; autore del reato: unclear
Bambini: 3
L'autore: il suo ex fidanzato Simo Z. (49 anni al momento del delitto)

Caroline soggiorna in un rifugio con 3 bambini piccoli. Una mattina torna nel suo appartamento e viene picchiata a morte dal suo ex fidanzato Simo. Un vicino chiama il servizio di ambulanza. Il paramedico le diagnostica la morte.

Leggi la storia di Caroline
Violetta R.
nato: 1982
pugnalato a morte: 10 giugno 2020
Posizione: Hagen (NRW)
L'origine: Serbia / Kosovo / sospetti rom
Bambini: 1 figlia (3 anni)
L'autore: il suo ex fidanzato David G. (24 anni al momento del delitto)

Il ventiquattrenne David è ricercato in Serbia con un mandato di arresto internazionale per traffico di esseri umani. La polizia assalta l'appartamento della sua ex fidanzata Violetta il 15 giugno 2020. Lei ha 14 anni più di lui e ha una figlia di 3 anni (non sua).

Leggi la storia di Violetta
Jane Doe
nato: 1984
accoltellato: 21 giugno 2020
Residenza: Cloppenburg (Bassa Sassonia)
Origine: non chiaro
Bambini: 1 figlio (2 anni)
Perpetrator: un uomo (19 anni al momento del reato)

Il 21 giugno un uomo ha pugnalato a morte una madre in un rifugio per rifugiati a Cloppenburg. I testimoni trovano il figlio di 2 anni illeso accanto al corpo intriso di sangue. Jane muore sul posto. Il ragazzo va alla cura dei giovani. L'arma del delitto è stata trovata.

Leggi la storia di Jane
Leyla
nato: 1995
pugnalato a morte: 23 giugno 2020
Residenza: Amburgo
Origine: non chiaro
Bambini: almeno 1 figlio (11 anni al momento del reato)
L'autore: il suo ex fidanzato (27 anni)

Se Leyla ha un figlio di 11 anni all'età di 25 anni, probabilmente sarà stata sposata dai suoi genitori all'età di 13 anni. Questo potrebbe indicare che viene dall'Afghanistan. Tutto il resto è possibile, anche il fatto che abbia sbagliato l'età all'ingresso.

Leggi la storia di Leyla
Hanna
nato: 1998
pugnalato a morte: 3 luglio 2020
Posizione: Leverkusen
L'origine: Etiopia
Bambini: no
Perpetratore: Tekeste G. (47 anni al momento del reato)

Tekeste ha 3 figli con la sua prima moglie in Etiopia. Probabilmente la sua seconda moglie è una tedesca, attraverso la quale ha un permesso di soggiorno. Vive anche separato da lei. Per mesi ha perseguitato la 25enne più giovane Hanna, arrivata in Germania all'età di 17 anni.

Leggi la storia di Hanna
Dilek
nato: 1998
Tentato omicidio: 4 luglio 2020
Residenza: Heidelberg
Origine: non chiaro
Bambini: 1 figlia (2 anni)
L'autore del reato: il marito (23 anni al momento del delitto)

Si sa poco di questo caso: Una donna di 20 anni ha una figlia di 2 anni. Vivono in una casa popolare a Heidelberg-Rohrbach. Ci si può chiedere se questo significhi un rifugio per rifugiati. Il 4 luglio 2020, il ventitreenne li attacca entrambi con un coltello.

Leggi la storia di Dilek
Razia M.
nato: 1993
pugnalato: 6 luglio 2020
Residenza: Obergünzburg (Ostallgäu)
L'origine: Afghanistan
Bambini: 2 figlie, 2 figli (4-14 anni)
Perpetratore: Saleh M., il suo coniuge divorziato vivente (37 anni al momento del delitto)

Razia ha 4 figli a 27 anni. La maggiore ha 14 anni, il che permette di concludere che è stata sposata a circa 12 anni. Ha ancora 3 figli e sta divorziando dal marito Saleh. Il 6 luglio 2020 suo marito l'ha accoltellata in un autobus pubblico a Obergünzburg, in Baviera.

Leggi la storia di Razia
Snijezana B.
nato: 1966
Ucciso: 16 luglio 2020
Residenza: Limburgerhof (Renania-Palatinato)
L'origine: Bosnia-Erzegovina
Bambini: poco chiaro
L'autore: suo marito Ostoja (55 anni al momento del delitto)

Il 16 luglio 2020, Ostoja uccide la moglie con una mazza da baseball e chiama la polizia. I poliziotti trovano la donna morta con il cranio schiacciato. Il mandato d'arresto è per omicidio colposo. Non si sa più nulla.

Leggi la storia di Snijezana
Mira
nato: 1996
Tentato omicidio: 22 luglio 2020
Residenza: Essen
L'origine: Perpetratori: forse Burkina Faso
Bambini: probabilmente non
L'autore: il suo ex fidanzato (25 anni al momento del delitto)

Il 22 luglio 2020, una studentessa di 24 anni viene accoltellata per strada dal suo ex fidanzato. Scappa, gli viene organizzata una caccia all'uomo. All'inizio si sottolinea che è nato a Würselen. Durante la caccia all'uomo si dice poi che ha la pelle di colore scuro.

Leggi la storia di Mira
Nicole
nato: 1980
assassinato: 24 luglio 2020
Residenza: Arnstadt (Turingia)
L'origine: Vittima: probabilmente Germania; colpevole: Tunisia
Bambini: 2
L'autore: il marito divorziato (49 anni)

Nicole ha 2 figli con un uomo tunisino con passaporto tedesco. Divorzierà nel 2018. Non lo accetterà. Diversi atti di violenza da parte dell'uomo contro la moglie sono registrati nei sistemi di registrazione ("reati a svantaggio della vittima").

Leggi la storia di Nicole
Tatjana S.
nato: 2000
pugnalato a morte: 6 agosto 2020
Residenza: Altopiano (Baviera)
Provenienza: Vittima: Germania; Reato: Afghanistan
Bambini: 1 figlia (8 mesi)
L'autore: il suo ex fidanzato Shahiq S. (28 anni al momento del delitto)

A febbraio 2013 Shahiq arriverà dall'Afghanistan in Germania. Dal 2015 è insieme a Tatjana, nel novembre 2019 avranno un bambino insieme. Presumibilmente questo avrà un effetto positivo sul suo status, la sua procedura di asilo non è ancora stata completata.

Leggi la storia di Tatjana
Zena
nato: 1977
pugnalato a morte: 17 agosto 2020
Residenza: Bramsche (vicino Osnabrück)
Origine: non chiaro
Bambini: poco chiaro
L'autore: il marito (48 anni al momento del delitto)

Un uomo pugnala la moglie, lei muore sul posto. Il colpevole arriva in ospedale, un'altra persona (20 anni, forse un figlio) viene arrestata. Purtroppo non si sa più nulla. Tranne che tutti e tre vivevano nella casa per rifugiati di Bramsche-Hesepe (distretto di Osnabrück).

Leggi la storia di Zena
Rosita
nato: 1982
pugnalato a morte: 2 settembre 2020
Posizione: Wolnzach / Baviera
L'origine: Slovacchia, forse Roma
Bambini: poco chiaro
L'autore: il marito (40 anni al momento del delitto)

Questa storia inizia con 3 punti interrogativi, è difficile giudicare cosa è successo e quali sono i fatti. Il 2 settembre 2020 un cittadino slovacco pugnala a morte la moglie a Wolnzach. I due potrebbero essere rom. Ma non è chiaro.

Leggi la storia di Rosita
Bianca G.
nato: 1993
pugnalato a morte: 11 settembre 2020
Posizione: Lubecca
L'origine: Vittima: Germania; Perpetrator: Turchia
Bambini: 1 figlio, 1 figlia (4 e 9 anni al momento del reato)
L'autore: il suo ex fidanzato Cenk D. (29 anni)

Nell'agosto 2020 l'impiegata Bianca divorzierà dal suo fidanzato Cenk, che lavora per un'azienda di tabacco. Dopo di che ci sono diverse azioni di polizia nell'ex appartamento condiviso. L'11 settembre 2020, Cenk entra nell'appartamento della sua ex ragazza e la pugnala.

Leggi la storia di Bianca
Chanda
nato: 1987
Tentato omicidio: 11 settembre 2020
Residenza: Langen (vicino a Francoforte/M.)
L'origine: Perpetratore: Pakistan
Bambini: almeno 2
L'autore: il marito Taqi Khan (51 anni al momento del delitto)

Chanda vive divorziata dal marito, che ha quasi 20 anni di più. L'11 settembre 2020 porta i suoi figli a scuola e all'asilo la mattina. Torna nel suo appartamento. Lì il marito divorziato la attacca con un martello e cerca di ucciderla.

Leggi la storia di Chanda
Naima
nato: 1995
Omicidio: 12 settembre 2020
Residenza: Euskirchen (NRW)
Origine: probabilmente Marocco
Bambini: poco chiaro
L'autore: il marito (42 anni al momento del delitto)

Una donna nordafricana viene maltrattata dal marito diciassettenne, c'è almeno un'operazione di polizia conosciuta nel 2018. Il 12 settembre 2020, l'uomo la pugnala nell'appartamento comune di Euskirchen, vicino a Bonn.

Leggi la storia di Naima
Mara
nato: 1984
Omicidio: 20 settembre 2020
Residenza: Rastatt (a Karlsruhe)
L'origine: Perpetratore: Siria
Bambini: poco chiaro
L'autore: il marito (36 anni al momento del delitto)

Il marito di Mara ha già il divieto di avvicinarsi a lei quando il 20 settembre 2020 la pugnala nel suo appartamento. Un altro uomo è gravemente ferito. Il colpevole è stato arrestato alla stazione di Rastatt.

Leggi la storia di Mara
Drita
nato: 1972
pugnalato a morte: 8 ottobre 2020
Residenza: Ratisbona
L'origine: Kosovo
Bambini: 3
L'autore: il marito (55 anni al momento del delitto)

L'8 ottobre 2020 un cinquantacinquenne kosovaro ha pugnalato a morte sua moglie Drita nel loro appartamento comune di Ratisbona. Fa rapporto alla polizia e viene arrestato. Il corpo è stato trovato. La coppia aveva 2 figli adulti e un adolescente di 15 anni.

Leggi la storia di Drita
Svitlana
nato: 1974
pugnalato: 12 ottobre 2020
Residenza: Norimberga
L'origine: Ucraina
Bambini: 1 figlia, 1 figlio (12 e 25 anni)
Perpetratore: il marito Valerii K. (52 anni al momento del reato)

Nell'anno del rifugiato 2015, Svitlana arriva in Germania con suo marito Valerii e i suoi due figli dall'Ucraina. Lavora come infermiera da 20 anni e inizierà la sua formazione come infermiera geriatrica in Germania nel settembre 2016.

Leggi la storia di Svitlana
Sinem D.
nato: 1991
Tentato omicidio: 26 ottobre 2020
Residenza: Dülmen / Hamm (NRW)
Origine: Turchia
Bambini: probabilmente non
L'autore: il suo ex fidanzato Tercan M. (29 anni al momento del delitto)

Sinem è un parrucchiere a Dülmen (vicino a Münster) e incontrerà Tercan di Hamm nella primavera del 2020. Ha trascorso 4 anni in prigione fino a marzo a causa di una serie di furti. Quando Sinem lo scopre, si rompe dopo una relazione di qualche settimana.

Leggi la storia di Sinem
Ayse
nato: 1995
pugnalato a morte: 27 ottobre 2020
Residenza: Brema
L'origine: Perpetratore: Turchia
Bambini: poco chiaro
L'autore: il marito (24 anni al momento del reato)

Il 27 ottobre 2020 un turco tedesco accoltella la moglie nel loro appartamento in comune a Brema-Vegesack. Poi fugge dai suoi genitori, che chiamano la polizia. I soccorritori trovano la donna morta.

Leggi la storia di Ayse
Nuha
Nato: 2000
assassinato: 3 novembre 2020
Residenza: Paderborn
L'origine: Siria
Bambini: 3 figlie
Perpetratore: il marito Wahid A. (29 anni al momento del reato)

Nuha si sposerà nel 2014 a 14 anni con il ventitreenne Wahid nel nord della Siria. Rimane incinta di due gemelli e Wahid parte per la Germania nel maggio 2015. In ottobre porta la madre minorenne con i bambini. Un altro bambino arriva nel 2017.

Leggi la storia di Nuha
Ashtar
nato: 1992
strangolato: 9 agosto 2019
Residenza: Lebach (Saarland) / Bad Salzschlirf (vicino a Fulda)
Origine: Iraq
Bambini: 2
L'autore: il marito (27 anni al momento del reato)

Ashtar, suo marito e i suoi 2 figli chiedono asilo in Germania nel gennaio 2019 e si trasferiscono a Lebach nel Saarland. Divorzia e si trasferisce da amici a Bad Salzschlirf, in Assia. In qualche modo l'ex marito la rintraccia e la soffoca fino a farle perdere i sensi nell'appartamento dei suoi amici il 9 agosto 2019.

Leggi la storia di Ashtar
Posted in Delitto d'onore, Indagine, Tentato omicidio and tagged .