La storia del delitto d'onore

Ann-Christin Khoudor
nato: 1986
accoltellato: 21 maggio 2014
Posizione: Mente
Origine: Vittima: Germania; colpevole: Turchia / Yezidi Kurd
Bambini: 2 (4 e 7 anni) e un non ancora nato
Perpetratore: il suo fidanzato/ex fidanzato Ridvan M. (24 anni)
Il 21 maggio 2014, Ridvan, uno Yezidi Kurd turco, riferisce alla polizia di aver pugnalato la sua ragazza. La vittima è Ann-Christin Khoudor, nata Wimmer, una tedesca che si è convertita all'Islam. Potrebbe essere stata sposata con un curdo libanese. Questo si può dedurre dal suo cognome e dai nomi dei due figli di questo matrimonio. Ann-Christin è di nuovo incinta. Il figlio non ancora nato appartiene all'autore del reato con il quale ha avuto una relazione triennale.

Il colpevole (la cui professione si chiama idraulico) era entrato dalla porta dell'appartamento, ha inseguito i due bambini nel soggiorno e pugnalato la sua ragazza 31 volte con un coltello in bagno.

La polizia trova il corpo con enormi ferite da taglio e il coltello nell'appartamento della vittima. I bambini erano fuggiti verso i loro vicini, che hanno anche informato la polizia.

Dopo l'azione appare: Il colpevole è costretto dai suoi genitori a sposare un'altra donna. Presto ci sarà un matrimonio, 1000 ospiti sono invitati. Le tradizioni matrimoniali yezidiane sono molto severe. Ma poiché Ann-Christin è incinta di Ridvan, vuole convincerla ad abortire il matrimonio. Lei rifiuta. Poi si arriva all'atto di proprietà.

In senso stretto, questo atto non è un "vero" delitto d'onore se il motivo è quello di coprire una gravidanza. Tuttavia, l'atto è impensabile senza il concetto di onore di Yezidi. Nel novembre 2014, Ridvan sarà condannato all'ergastolo. La difesa annuncia un appello.

Posted in Delitto d'onore, Indagine, Innovazione, Turchia and tagged , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *