La storia del delitto d'onore

Asma
nato: 1989
Assassinio: 14 novembre 2016
Residenza: Senftenberg (Lausitz)
Origine: Cecenia
Bambini: 5
Perpetratrice: suo marito Rashid D. (31 anni)
Asma ha 27 anni, viene dalla Cecenia nel maggio 2016 e ha 5 figli con il marito Rashid. La famiglia presenta domanda di asilo e vive a Senftenberg, nel Brandeburgo, in un condominio abitato da rifugiati.

Il 14 novembre 2016, Rashid ha pugnalato la moglie con un coltello più di 20 volte. Poi la butta fuori dalla finestra del secondo piano. Cade a 6 metri di profondità. Poiché è ancora viva dopo il colpo, l'uomo le taglia la gola con un coltello. L'asma muore sulla scena del crimine. Il colpevole è stato arrestato.

Durante questa volta i 5 bambini dormono nell'appartamento. Sono gestiti dall'Ufficio per la gioventù. In seguito sono venuti da parenti in Cecenia. Probabilmente gli viene insegnato che il padre aveva il diritto di uccidere la madre.
<nel giugno 2017, Rashid è condannato a 13 anni di reclusione per omicidio colposo. Si dice che ci fossero motivi per un omicidio. Tuttavia, è discutibile che l'autore del reato ne fosse a conoscenza. Perché è stato "arrestato per la sua fede musulmana, che aveva seguito per tutta la vita". Veniva da un villaggio ceceno, dove era ovvio che le donne venivano uccise in alcuni casi di cattiva condotta. Secondo il verdetto, considerato scandaloso, non è il pubblico ministero che fa appello, ma la difesa. Il verdetto non può quindi più essere impugnato. Inoltre, sembra che Rashid avrebbe dovuto essere espulso un mese prima che il crimine fosse commesso. Ma gli agenti non l'avevano trovato nel suo appartamento. Il vero nome della vittima non è noto.

Posted in Delitto d'onore, Indagine, Innovazione and tagged , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *